Torta Pasqualina Ricetta Originale Genovese

Torta Pasqualina, Ricetta Originale Genovese

Torta Pasqualina, Ricetta Originale Genovese

La Torta Pasqualina, Ricetta Originale Genovese è una ricetta delle tradizioni Ligure, preparata principalmente nel periodo Pasquale per la mattina di Pasqua o per portarla nel giorno scampagnata di pasquetta perché è buonissima fredda, anzi, noi la preferiamo fredda, il giorno dopo che si è riposata è più buona.

L’involucro è un impasto di farina, acqua, olio e sale, diviso in piccole palline che vanno stirate in sfoglie sottili che serviranno a racchiudere il ripieno che di tradizione è con le biete, ma anche di carciofi è ben accettata.

La storia narra che in passato, dimostrando maestria in cucina, le massaie riuscivano a ricavare 33 sfoglie in omaggio agli anni di Cristo.
Al giorni d’oggi vuoi per la poca manualità, vuoi per il tempo che non basta mai per fare mille cose, viene utilizzata la pasta sfoglia già pronta. Chi non vuole rinunciare alla tradizione, la fa con il suo impasto ma con meno sfoglie, massimo 5 in tutto, una grande sotto che deve traboccare dalla teglia, 2 per il fondo e 2 per ricoprire il ripieno.

Il risultato è sempre ottimo, il segreto è che più sottili son le sfoglie e più buona viene la Torta Pasqualina.

Un Grazie a:

La Torta Pasqualina, ricetta originale Genovese, me l’ha passata e aiutata rispondendo alle mie domande un Genovese Doc Filippo Mirulla, una persona squisita che si è reso disponibile a darmi tutti i suggerimenti utili per la riuscita. Chi conosce i fumetti, conosce di sicuro sua figlia Elena Mirulla la bellissima e bravissima disegnatrice di fumetti italiana, un talento che negli anni ho visto crescere, visto che la seguo da 15 anni circa. I suoi lavori li potete trovare Cliccando qui o nel suo Canale Youtube oppure, basta scrivere il suo nome su Google e sarete portati nel suo mondo magico di Sexy Tales . 😀
Tornando alla ricetta, il suo “paparino” Filippo mi ha aiutato molto, perché volevo proprio risalire a quella originale ed essendo come dicevo lui Genovese Doc, chi meglio di lui?
Lo ringrazio tantissimo per la sua disponibilità e pazienza, ha risposto a tutte le mie domande e dubbi, non avendola mai fatta volevo fare quella originale e tramandarne la ricetta, per le revisioni c’è tempo.

Ma bando alle ciance eccovi la ricetta:

Torta Pasqualina, Ricetta Originale Genovese

Ingredienti: (leggete più giù i consigli per farla ancora più buona)

  • 500 g di farina
  • 220 ml di acqua (versare poco alla volta e aggiungere se serve)
  • 5 cucchiai di olio
  • 1 presa di sale

Per il ripieno:

  • 750 g di biete
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 cucchiai di olio
  • 350 g di quagliata ligure ( prescinseua in lingua ligure) Da sostituire con la ricotta qualora non la trovaste o meglio con dello stracchino che si avvicina molto di più come gusto.
  • 4 belle cucchiaiate di parmigiano grattugiato
  • 5-7 uova
  • maggiorana
  • sale, pepe

Procedimento:

Prepariamo la pasta: mettete la farina a fontana versate dentro l’olio, il sale, e l’acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto morbido, appena riesco a caricare il video vedrete la consistenza, continuate a impastare per almeno 10 minuti. Io l’ho impastata con l’impastatrice. Fatene una palla, avvolgetela nella pellicola e mettete a riposare per un ora in un luogo fresco. (qui di seguito il video della preparazione e di seguito il resto della ricetta scritta)

Prepariamo nel frattempo il ripieno

Pulite le biete come vi spiego in questo articolo, cuocetele in poca acqua salata, scolate, strizzate e tritate, se usate quelle congelate fatele scongelare nella padella con il coperchio fate asciugare la loro acqua e tritate.
Tritate la cipolla e l’aglio finemente, mettete l’olio in una padella versate la cipolla tritata e l’aglio e fate dorare, aggiungete le biete tritate cospargete con una bella manciata di maggiorana fresca o secca e fatele insaporire nella cipolla per un paio di minuti, deve asciugarsi tutta l’acqua che emetteranno. In una ciotola versate la ricotta e spappolatela con una forchetta o se usate quella fresca passatela al setaccio, aggiungete le biete e il formaggio, mescolate bene e aggiustate di sale.

Formiamo la torta:

Riprendete l’impasto dividetelo in 10 pezzi uno dovrà essere più grande da debordare dalla teglia, stirate le sfoglie.
Ungete una teglia di 24-25cm adagiatevi la sfoglia più grande, ungetela di olio adagiatevi le altre 4 sempre stirate il più sottili possibile, versatevi dentro il ripieno, livellate, con un cucchiaio ricavate 5 o 7 incavi. Aprite le uova uno per volta in una tazza e mettete ogni incavo il tuorlo e un po di albume fino a riempire l’incavo, spolverizzate con un po di sale e poggiatevi sopra un pezzettino di burro e spolverate con un po di parmigiano.
Stirate le 5 sfoglie rimaste, e adagiatele una alla volta sul ripieno spennellando sempre tra una sfoglia e l’altra, ritagliate adesso tutta la pasta che deborda impastatela e ricavatene una sesta sfoglia sottilissima, adagiatela sopra spennellate e rigirate i bordi verso l’interno formando un cordoncino, spennellate anche questo e infornate in forno già preriscaldato a 180°C per almeno 1 ora o anche più deve risultare bella dorata, io l’ho tirata fuori prima e un paio di sfoglie non si erano ancora cotte per bene, ma era la prima volta che la facevo perdonatemi 😉

L’ultima Torta Pasqualina ricetta originale genovese sfornata, leggete i consigli

Torta Pasqualina con prescinseua

Qui di seguito la foto fatta della stessa ricetta ma con la Prescinseua, la quagliata ligure che un amica carissima ha provveduto a farmi avere, in modo che potessi provarla e fare la ricetta originale.
Come da suggerimento anche dal genovese DOC, ho dimezzato gli ingredienti della pasta ottenendo cosi 5 sfoglie, oramai nessuno le fa le leggendarie 33 sfoglie, cosi delle 5 sfoglie ottenute ne ho messe 3 sul fondo sempre spennellate fra loro con dell’olio e due in superficie, il risultato e a dir poco spettacolare.  La quagliata ligure in confronto della ricotta gli dona una cremosità unica come vedete si fonde con le verdure rendendo tutto soffice e cremoso. Una festa per il palato. Fantastica torta pasqualina.

 

 

 

Spero che sia di vostro gradimento
Buon appetito da Lory Stef

Lascia un commento