Surgelato o Congelato

Surgelato o Congelato

Surgelato o Congelato, quali sono le differenze?

Surgelato o Congelato, quali sono le differenze? Un mio amico mi ha fatto notare che sbagliavo spesso confondendo questi due termini quando parlavo di alcuni prodotti descrivendo una ricetta.

In realtà, per quanto possano sembrare simili, tanto da confondere per il fatto che entrambi sono prodotti gelati e che vengono tirati fuori dal freezer, questi due termini non sono nemmeno sinonimi.

Voi direte, quali sono le differenze? La differenza sta, nel modo in cui vengono effettuate le due preparazioni, Surgelato o Congelato , diversi non solo nella tecnica ma, anche nel risultato finale.

Vediamo di capirne le differenze:

Surgelato

Nel Surgelato, l’alimento fresco viene sottoposto a surgelazione, un procedimento che richiede macchinari industriali capaci di raggiungere in tempi rapidissimi temperature bassissime, arrivando anche a -80°C e comunque non superano mai i -18°C. Essendo praticata a livello industriale, è regolata da una legge, il D.L. 27 gennaio 1992, n. 110 – Attuazione della direttiva 89/108/CEE in materia di alimenti surgelati destinati all’alimentazione umana; quindi si può contare su continue verifiche e controlli scrupolosi per garantirne la qualità e la giusta conservazione dell’alimento.
Tale metodo fa in modo che i cristalli di ghiaccio che vengono a formarsi durante il processo di surgelamento, sono piccoli, cosi che la struttura cellulare del cibo non viene intaccata. In questo modo non ci saranno perdite di liquidi e sostanze nutritive, né modifiche sul gusto dell’alimento Surgelato

Per evitare rischi di tossicità in particolare negli alimenti a base di carne, si deve impedire che il prodotto surgelato superi la temperatura di -18° in tutte le fasi, dalla surgelazione, al trasporto, alla conservazione, fino al bancone freezer del vostro punto vendita, per finire nel carrello e arrivare a casa nel vostro congelatore. Anch’esso deve avere una temperatura simile se non più bassa dei -18° ma oramai tutti i congelatori moderni ci arrivano per cui nessun problema.
Ecco perché e meglio dotarsi di una buona borsa termica quando si va a fare la spesa in un supermercato che dista più di 30 minuti da casa vostra, questo per evitare che venga compromessa la bontà dei prodotti surgelati appena acquistati e che tornati a casa vi troviate con liquidi che escono da tutte le parti, gelati sciolti e cibo compromesso e contaminazione tra i vari prodotti acquistati.

Regole e Segnali

Alcuni segnali che fanno capire che tale regola dei -18° non è stata del tutto seguita. Ma, queste regole valgono a priori, che il prodotto sia surgelato o congelato.

  • Presenza di brina nella confezione, può indicare che l’alimento è passato attraverso le vari fasi di conservazioni a temperature non abbastanza basse, questo ha permesso al vapore acqueo nell’aria di creare i cristalli che vedete sulla confezione.
  • Alimento a blocco o a pezzi. Se scuotendo la confezione sentite che si muove a blocco, indica che il prodotto ha avuto un punto di scongelamento e ricongelamento, permettendo la creazioni di blocchi o pezzi
  • Liquido di scongelamento, questo succede sopratutto nei prodotti congelati a base di carne, se la confezione è trasparente e vedete del liquido congelato, può indicare che il prodotto si è anche di poco, scongelato durante la fase di preparazione

Non sono da evitare categoricamente, problemi del genere si presentano più nei prodotti a base di carne o pesce che essendo più delicati, hanno bisogno di una più accurata attenzione per evitare rischi, tocca a voi valutare di volta in volta e scegliere di conseguenza se acquistare o no quel prodotto.

  • Confezione aperta, o con piccole aperture, si, perché mi è capitato più volte di trovare confezioni aperte, ma questa non è colpa dell’azienda produttrice, ma della stronzaggine di certe persone che fanno la spesa passando per i banconi con la delicatezza di un elefante.
    Stronzaggine si può scrivere? Si, l’articolo è mio e lo posso scrivere 😀 . Per cui state attente anche a certe persone che girano per i banchi freezer.
congelato

Surgelato o Congelato, qual’è la differenza tra questi due termini? Scopriamolo insieme

Congelato

Nel Congelato, invece il procedimento è casalingo, può essere effettuato in qualsiasi freezer di qualsiasi cucina. L’alimento fresco sottoposto a congelamento, ha bisogno di tempi molto più lunghi, anche ore prima di arrivare alle temperature tra 0° e -18°.

A causa dei tempi lunghi, i cristalli di ghiaccio che si formeranno sono grandi, intaccando facilmente la struttura cellulare dell’alimento congelato. In questo modo una volta scongelato a causa dell’acqua persa per la rottura della struttura cellulare che nel Surgelato si mantiene quasi intatta, l’alimento Congelato apparirà meno compatto e avrà perso tono.
Si possono congelare tutti gli alimenti compresi piatti pronti, a patto che si seguano delle regole anche di igiene.

Regole per congelare correttamente il cibo:

  • non aspettate che l’alimento si rovini prima di pensare di congelarlo, prima lo congelate, più proprietà e sostanze nutritive conserverà
  • pulire, lavare e asciugare l’alimento che andrà congelato
  • porzionate i cibi in vari contenitori rigidi o sacchetti in modo da renderli già pronti per l’utilizzo, evitando di tirar fuori e far alzare la temperatura agli alimenti che riporrete di nuovo nel congelatore
  • attenzione al contenitore che utilizzerete, sono fondamentali per proteggere il cibo ed evitare che si deteriori, i migliori sono quelli in plastica, ne vendono di appositi, hanno una struttura più elastica in modo da adattarsi al cambiamento di volume dell’alimento congelato, perché, un alimento congelato cambia la struttura espandendo il proprio volume specialmente se ci sono molti liquidi presenti.
  • se utilizzate la pellicola fate attenzione che l’alimento sia ben avvolto e chiuso, se una parte del prodotto viene a contatto col il freezer noterete che la parte a contatto cambia colore, in caso della carne, la vedrete diventare marroncina come se fosse cotta. In quel caso eliminate la parte rovinata, scongelate prima possibile con il metodo descritto più in basso in questo articolo e consumate il resto. NON lasciatela nel congelatore in quelle condizioni.
  • ogni cibo ha un tempo limite di conservazione diverso, pena la perdita di sostanze nutritive dell’alimento e in alcuni casi rischi per la salute, per cui vanno rispettati

Il prodotto Surgelato o Congelato, va direttamente cotto senza essere stato scongelato, questo per evitare che durante lo scongelamento si sviluppino microorganismi, sopratutto se si sbaglia il modo per scongelare il prodotto. Al limite e a secondo delle esigenze possono essere scongelati nel frigorifero dentro un piatto, tenete conto che con questo metodo potreste arrivare ad aspettare anche 12 ore.
Una volta scongelato può rimanere in frigo per un massimo di 1 giorno, ma prima lo consumate meno rischi correte.
MAI passarli sotto l’acqua calda, perché la parte esterna potrebbe cuocersi e comunque si rischia una perdita di sali e vitamine a secondo dell’alimento.
Se il prodotto o per errore o per una rottura del freezer o per un’assenza di corrente è stato scongelato: va consumato subito o buttato, ma MAI ricongelato.
Quando dovete riporre il cibo surgelato o congelato nel congelatore, una piccola accortezza; non appoggiatelo su cibo già congelato, ma spostate quello congelato creandovi uno spazio in modo che quello da congelare sia a contatto con la superficie del freezer, in questo modo si congelerà prima e eviterete di rovinare quello già congelato riscaldando con quello appena inserito.

La congelazione e la surgelazione sono comunque le migliori modalità di conservazione del cibo. Non richiede uso di conservanti, in certi casi i prodotti surgelati sono meglio del prodotto fresco. Perché, il prodotto che arriva al mercato, come minimo è in giro da 3 giorni, raccolta, magazzino, eventuale imballaggio, trasporto e esposizione nelle bancarelle. Mentre quello Surgelato viene ibernato a poche ore dal raccolto, scegliendo sempre prodotti alla giusta maturazione, lavorandoli entro poche ore, per cui, sempre freschi, grazie a questo processo il Surgelato o Congelato come spiegato prima trattiene meglio le proprietà nutrizionali.

Cliccare qui per sapere cosa posso congelare e per quanto tempo.

Spero vi sia stato utile
Lory Stef

Lascia un commento