Pandoro passo passo

Pandoro

Pandoro passo passo

E una ricetta delle sorelle Simili per chi non le coscesse, sono due gemelle Valeria e Margherita Simili di Bologna che hanno girato tutto il mondo insegnando la cucina italiana, gli impasti del pane e della pasta e i segreti, nel sito trovate ricette loro che ho già provato come l’Angelica e la Ciabatta 

E si, anche io mi sono cimentata nel fare il Pandoro, dopo tanto ho comprato lo stampo d’alluminio e anche io l’ho provato, perché le sorelle Simili e chi lo conosce lo sa, sono un nome una garanzia.

Pandoro passo passo

Ingredienti:

  • 450 g di farina Manitoba
  • 125 g di zucchero + 1 cucchiaio
  • 170 g di burro
  • 4 uova
  • 18 g di lievito di birra
  • un cucchiaino di sale
  • 1 bacca di vaniglia
  • acqua

Iniziamo a preparare il pandoro verso le 16:00

Facciamo il lievitino:

  • 15 gr lievito di birra
  • 60 gr acqua tiepida
  • 50 gr farina Manitoba
  • 1 cucchiaio di zucchero (circa 20 gr)
  • 1 tuorlo

In una ciotola mettiamo il lievito fatto sciogliere nell’acqua, la farina lo zucchero e il tuorlo, e si sbatte con una forchetta fino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato. Resterà molto fluido
 

Facciamo lievitare per circa 1 ora o finche non raddoppia di volume, in un luogo tiepido, io l’ho coperto con una tovaglietta e chiuso come faccio di solito con un sacchetto e messo vicino alla stufa. La foto accanto e come si presenta quando e’ lievitato
 

Al lievitino aggiungiamo:

  • 200 gr farina Manitoba
  • 3 gr lievito di birra
  • 25 gr zucchero
  • 30 gr burro
  • 2 cucchiaini d’acqua
  • 1 uovo

Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida e uniamolo al lievitino, aggiungiamo lo zucchero, la farina e l’uovo Impastiamo bene e poi continuiamo a lavorare sul tavolo da lavoro appena e ben amalgamato uniamo il burro ammorbidito ( non lavorate troppo la pasta perche diventa collosa)
 lavoriamo ancora fino a che il composto non avra assorbito tutto il burro e mettiamo l’impasto nella ciotola
 facciamo lievitare coperto come abbiamo fatto prima per il lievitino, circa 45 minuti

Adesso al primo impasto aggiungiamo:

  • 200 gr farina Manitoba
  • 100 gr zucchero
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • i semini di una stecca di vaniglia (se non la avete 2 bustina di vanillina)
  • 140 gr burro a temperatura ambiente per sfogliare

Nella ciotola con l’impasto uniamo le uova, lo zucchero, la farina, il sale, la vaniglia (la prima volta non avevo i semi di vaniglia e ho messo 2 bustine di vanillina devo dire che il gusto mi e piaciuto di piu)
Impastate bene il tutto fino a che non sarà ben amalgamato, battendolo anche sulla spianatoia (circa 10-15 minuti). poi lo mettiamo in una ciotola unta di burro
 e lo facciamo lievitare coperto circa 1 ora, 1 ora e mezza fino al raddoppio.
Dopo questo tempo lo mettiamo in frigo per 30-40 minuti.
Dopo lo lavoriamo un pò sulla spianatoia e tiriamo con il matterello la pasta fino ad ottenere un quadrato e mettiamo al centro il burro ammorbidito lavorato con un cucchiaio di legno per renderlo piu cremoso

 

richiudiamo per racchiudere il burro (spero si vedano bene le chiusure provo a descriverle: prima piegate la parte superiore verso il basso sopra il burro poi le parti lateraliuna sopra il burro e l’altra sopra, e poi la parte inferiore sopra tutte per chiudere il tutto)
Tiriamo delicatamente fino ad ottenere una lunga striscia

Pieghiamo in tre per l’altezza  mettiamo in frigo a riposare per una ventina di minuti.
Ripetiamo quest’operazione per altre due volte.
Per aiutarvi via via spolverate di farina la spianatoia.
Ecco come si presenta la nostra pasta dopo il terzo riposo

Adesso con le mani unte di burro andiamo a formare una palla facendola ruotare sulla spianatoia e rigirando i bordi verso l’interno e andiamo a mettere questa palla (con la parte rotonda verso il fondo dello stampo, teniamo cioè la parte con i lembi ripiegati verso di noi) nello stampo da pandoro (alto 19-20 cm) imburrato e infarinato

facciamo lievitare in luogo tiepido fino a che la pasta non arriva al bordo dello stampo ( io per farlo lievitare l’ho messo nel forno riscaldato a 100°C poi spento e con un pentolino di acqua bollente che mettevo a bollire appena diventava tiepida, questo metodo ha funzionato 😉
Pandoro
inforniamo a 170° per 15 minuti e poi a 160° per altri 10 minuti secondo le indicazioni
delle Simili, ma a me mi ci son voluti altri 25 minuti, (attenti al vostro forno, non sono tutti uguali) in più, perche il mio stampo non e antiaderente ma di alluminio pesante e mi ci e voluto di piu per cuocerlo per bene, per cui attenti e regolate la cottura per il vostro forno!

ed ecco la foto, il mio stampo è piccolo, per questa ricetta ci vorrebbe uno stampo di 19-20 cm  😉  :D

Spero vi sia stata utile 

LoryStef Greedy

Lascia un commento